Hai un blog bellissimo, posso farmi pubblicità gratis?

Breve storia ridicola di una blogger alle prime armi

Ho aperto il mio blog ad agosto. Non è nemmeno un anno che Chiedi a Lei è on line. Scrivo di un po’ di tutto, in particolare di quello che mi circonda. Lo faccio per visibilità? No. Per diventare famosa e ricca? Non ci penso nemmeno.

La verità è che lo faccio solo per dare libero sfogo ad una parte di me che è rimasta sopita per troppo tempo. Ovvero scrivere, ma non con velleità da premio Nobel per la letteratura, ma solo per trovare un modo di esprimermi.

Ma torniamo alla storia ridicola e al blog. Ecco cosa mi è successo.

Giorni fa mi è arrivata la prima mail di interesse verso il blog. Giubilo iniziale, scemato in pochi secondi.

Più precisamente direi la richiesta da parte di una persona, che si presenta come redattrice di un sito. E fin qui tutto normale. Poi leggo la mail con attenzione e mi scappa subito un vaffanculo.

Non rispondo, ci rimugino sopra, poi decido. Ma proprio me devono venire a prendere in giro?

Scendendo nel dettaglio della proposta, si parlava di: “Navigando sul web, mi sono imbattuta nel tuo blog e mi è sembrato molto interessante. Vorrei in primis farti i complimenti.

In secondo luogo, mi piacerebbe farti leggere uno dei miei articoli. Se ti piace e vuoi, puoi pubblicarlo senza problemi sulla tua pagina web, ricordando semplicemente di apporre un link di riferimento, citandolo come fonte originale.

Potrei anche scriverti una versione nuova che sia esclusiva per la tua web o un articolo ex novo. Fammi sapere in caso e ci mettiamo d’accordo

Spero che la mia idea possa essere presa in considerazione. Ti auguro un buon proseguimento di giornata”.

Ecco mi è scappata un’altra parolaccia, solo a riportare le parole di questa incantatrice di serpenti.

Come difendere il proprio blog

Per fortuna un po’ di sale in zucca ancora ce l’ho e con estrema calma ho deciso di rispondere e seriamente. Ma come al solito per voi lo sintetizzerò con ironia: “Vuoi pubblicità a gratis sul mio blog? Ma fammi il piacere! O tirate fuori i soldi o se ne può fare a meno”.

E se tirate fuori i soldi devo sempre valutare se la vostra attività non va a cozzare con la mia linea editoriale. Se sono interessata o se ho un minimo di curiosità per il vostro settore.

Quindi per difendere i vostri blog vi consiglio di non farvi prendere in giro. Perculare su come è bello ciò che scrivete, i complimenti affascinano sempre, ma attente, leggete bene quello che vi chiedono.

E poi scusate se parlate di viaggi o cibo ma che vi frega di dare spazio a chi fa consulenze e propone tecnici per i lavori di casa?? Mi sfugge il nesso.

Questa è la puntata zero della mia avventura da blogger. Penso che da tutte le cose che ci accadono possiamo sempre trovare uno stimolo per trasformare le situazioni. Ecco perché potrei, ne sono quasi, certa, parlarne di nuovo e aggiornarvi sulle prossime puntate!

Please follow and like us:

6 Comments

  1. samanta giambarresi

    30 gennaio 2018 at 10:19

    Lo sai che questa mi è nuova? Adesso non basta dire “ti seguo, seguimi…” “ti ho messo mi piace, visita il mio blog e se ti va seguimi…”. Ora si dice: Non sono troppo brava a scrivere? Ti rode che io scriva così bene, vero? Ma sono buona e se vuoi inserisci il mio post sul tuo blog ma non ti dimenticare di inserire anche il link!
    Doveva usare altre parole, parlare di guest post, di collaborazione, così sembra proprio una presa in giro!

    1. admin

      30 gennaio 2018 at 10:24

      Alla prima lettura della mail che ho ricevuto non mi sono così sdegnata, però ho capito subito che c’era qualcosa che non tornava. Ho preso un po’ di informazioni sulla presunta redazione del sito a cui facevano riferimento e ho risposto. Diciamo che farci fesse così non rientra nelle cose che posso tollerare!

  2. Sara Govoni

    30 gennaio 2018 at 11:09

    Proposte del genere sono capitare pure a me, all’ennesima insistenza, mi sono innervosita e non ho più risposto alla mail.
    Molte volte oltrettutto mi contattano per parlare di argomenti che non hanno a che fare con il mio blog oppure per pubblicizzare i loro prodotti sulla mia pagina facebook (ovviamente gratis poi). Va bene collaborare ma servirebbe maggiore intelligenza da parte di certi individui.

    1. admin

      30 gennaio 2018 at 12:05

      Hai perfettamente ragione!

  3. Priscilla

    30 gennaio 2018 at 15:45

    Ciao, anche io è circa un anno che ho il blog e dopo tre o quattro mesi hanno cominciato a piovere e mail come questa. Addirittura un paio di persone mi hanno chiesto di recensire i loro libri, ma anziché mandarmene una copia gratuita in pdf pretendevano che li comprassi. Cioé non basta che ti faccio la recensione gratis (che va bene, non ho nemmeno i numeri per chiedere un compenso) ma almeno il libro me lo puoi mandare, no?

    1. admin

      30 gennaio 2018 at 18:28

      Come ti capisco! Vedo che siamo in molte ad avere avuto la stessa esperienza e questo mi consola, ma devo dire che rimane sempre quella puntina di amarezza per una proposta indecente.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: